“Ringrazio i sindacati e le aziende coinvolte per l’accordo trovato in extremis per i dipendenti del punto vendita dell’ex Auchan di Modugno. 76 lavoratori confluiranno in Majora; 26 hanno scelto l’esodo volontario incentivato; Margherita ne collocherà altri 35 nell’attività commerciale che si insedierà nel residuo spazio disponibile ex Auchan, garantendo loro le retribuzioni. Speriamo si ponga così definitivamente la parola fine a questa lunga vertenza che ha tenuto col fiato sospeso centinaia di famiglie alle prese con lo spettro della perdita del lavoro pagando a caro prezzo, dopo mesi di gravi sacrifici,  visioni e scelte  commerciali globali non condivisibili”, è quanto sottolinea il vicepresidente del Consiglio regionale e presidente di Realtà pugliese, Peppino Longo, sottolineando il dramma continuo cui sono sottoposti “da tempo, molti dipendenti della grande distribuzione e le loro famiglie, e la lunga battaglia per restituire dignità e serenità a queste persone con l’unico obiettivo della piena occupazione”.
“Un obiettivo – conclude Longo – che sembra finalmente raggiunto, anche se adesso spetterà a tutte le istituzioni preposte non abbassare la guardia e vigilare attentamente affinché tutti i termini dell’accordo siano rigorosamente rispettati, nel nome di quel rilancio dell’occupazione mai tanto fondamentale come in  questo momento, con aziende e famiglie alle prese con i terribili contraccolpi economici aggravati dall’epidemia Covid. Una situazione generale che richiede impegni immediati anche per tutte le altre vertenze in corso in Puglia e, in particolare, nel Barese”.
Peppino Longo
Vicepresidente Consiglio – Regione Puglia
Presidente Realtà pugliese

Add Your Comment