“Le città costiere hanno una grossa opportunità da coglieree non farsi sfuggire: sto parlando dell’avviso pubblico di selezione per gli interventi di dragaggio dei fondali marini e la gestione dei sedimenti estrattivi. Dei 48 milioni di euro messi a disposizione con i Por Puglia (Azione 7.4) a disposizione ce ne sono ancora circa 25”. E’ quanto afferma il vicepresidente del consiglio regionale, Peppino Longo.L’avviso pubblico ha scadenza 31 agosto.

 “Il mare – prosegue Longo – è una risorsa importante della nostra Puglia e di Terra di Bari in particolare. Da più parti mi segnalano difficoltà delle marinerie costrette a manovre difficili con i loro pescherecci a causa delle condizioni di molti dei nostri porti per i quali si rendono necessari importanti lavori di manutenzione e di dragaggio. Consentire ai pescherecci di entrare ed uscire agevolmente dagli scali portuali, significa migliorare le condizioni di lavoro dei nostri pescatori ed aumentarne potenzialità e produttività”.

 “Per non parlare – prosegue il vicepresidente del consiglio regionale, Peppino Longo – delle grandi navi da crociera: rendere gli scali più efficienti può invogliare le grandi compagnie a scegliere di attraccare in molte altre città della nostra bella Puglia: potremmo sviluppare anche il turismo, settore che, soprattutto adesso, ha bisogno di rilancio dopo il brutto colpo inflitto dal Covid-19. L’avviso pubblico, quindi, è una grande mano che la Regione tende ad enti locali e Autorità di sistema portuale (ex Autorità portuali).E’ necessario fare in fretta perché la finestra per la partecipazione si chiuderà il 31 agosto. L’opportunità va colta”.

Add Your Comment