“Nel 2019 e’ proseguita la crescita dell’occupazione in Puglia (1,2%), in misura piu’ intensa rispetto al Mezzogiorno (0,2%) e alla media nazionale (0,6%). È quanto si legge nel rapporto di Bankitalia, presentato a Bari e relativo all’economia pugliese. Un rapporto che premia le politiche messe in atto in questi anni soprattutto dalla giunta regionale e che indica che anche il Sud Italia può rappresentare, quando bene amministrato, un valore aggiunto per l’economia nazionale”, è quanto sottolinea il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese Peppino Longo. “Certo l’emergenza causata dall’epidemia Covid sta avendo notevoli ripercussioni, in Puglia come in tutta Europa ed è vero – come afferma Bankitalia – che gli effetti negativi sono stati finora mitigati dalle misure riguardanti la sospensione dei licenziamenti e dall’ampio ricorso alla Cassa integrazione”, aggiunge Longo che sottolinea come “alle misure nazionali, la Regione abbia affiancato provvedimenti fondamentali di sostegno alle aziende e a i lavoratori alle prese con mesi di blocco delle attività produttive. Adesso la vera scommessa è quella di uscire indenni da questa situazione che anzi, nella sua drammaticità deve essere sprone per ulteriori interventi tanto a livello nazionale che locale, a cominciare da una seria politica di sburocratizzazione”.

Add Your Comment